Sito gratis, è veramente possibile?


In molti si chiedono se è possibile e in molti pensano di sapere la risposta. Nell’attuale mondo di internet ci sono un’infinità di possibilità; con questo articolo vorrei invitare voi lettori a riflettere sui quei siti che permettono a chiunque di iscriversi e creare un proprio sito gratuitamente, senza sapere nulla di programmazione web.

Tempo fa creavo siti gratuitamente appoggiandomi ad altre piattaforme e c’è da dire che ce ne sono di veramente fatte bene; tanto che mi ritrovavo a chiedermi se tutto il tempo dedicato allo studio della programmazione web fosse effettivamente servito a qualcosa. Creare un sito gratis sembrava troppo bello per essere vero, non facevo altro che lavorare su tutte queste piattaforme creando siti, uno dietro l’altro.

Ma come fa un sito gratis a garantire tutto quello che garantisce uno a pagamento?

Semplice, non può. La presa di coscienza su come veramente stanno le cose è avvenuta più tardi, con l’avanzamento dei miei studi e della mia esperienza. Avendo una visione più generale ho scoperto che quasi tutte queste piattaforme non permettono di accedere alle statistiche, di indicizzare il sito e quindi di non avere visibilità tramite i motori di ricerca. In poche parole, nella maggior parte dei casi, chi crea il proprio sito gratis si ritrova ad avere un sito che non vede nessuno; ed è inutile avere un sito se poi nessuno le vede. Il tutto a dimostrazione che, in questo caso, non vale nemmeno il detto ‘piuttosto che niente meglio piuttosto’. Oltre al discorso della visibilità, ci sono molti altri aspetti che vengono a mancare creando il tuo sito gratis all’interno di un altro sito; io vorrei concentrarmi su questo, che ritengo il più importante.

Lavorando principalmente con aziende mi è capitato più di una volta di trovare chi aveva creato un sito gratis tramite un altro sito. Facendo delle ricerche tramite Google non riuscivo a trovare in nessun modo i siti creati gratuitamente; nemmeno scrivendo il nome delle aziende interressate. La cosa assurda è che, in alcuni casi, la concorrenza di queste aziende aveva un sito proprio, fatto veramente male e, nonostante questo, si stava accapparrando tutti i potenziali clienti dell’altra.

Detto questo facciamo un ragionamento basato sulle cose ovvie. Nessuno regala nulla a questo mondo, la parola gratis è sinonimo di scarsa qualità e per offrilo senza farsi pagare da qualche parte deve guadagnare. Su chi se non su chi ha realizzato il sito?

Qualcuno che permette di creare un sito gratuito cosa può volere da te?

  1. farti comprare degli altri suoi prodotti/servizi
  2. guadagnare mettendo della pubblicità sul tuo sito guadagnando dalla stessa o facendoti pagare per toglierla.

Queste sono le prime due cose che mi vengono in mente; ma andiamo a più a fondo. Cosa ci guadagnate veramente voi? Un sito internet. Magari pieno di pubblicità, magari non rintracciabile, magari senza la possibilità di avere assistenza, magari senza avere la possibilità di sapere chi, come e quando lo visita ecc ecc, però comunque un sito internet. Sta a voi poi decidere se vi conviene o no. Mettiamoci nei panni di un navigatore che entra in un sito web: se c’è pubblicità chiude il sito nel 90% dei casi, se c’è pubblicità il visitatore pensa che la vostra azienda non sia seria, se la prima schermata non si carica in 2 secondi il sito viene chiuso e così via.

Hai un’azienda, non lasciarti abbagliare dal gratis, perchè nemmeno tu, daresti gratis o sotto costo i tuoi prodotti.

Marco